Prefazione a Kodachrome, Luigi Ghirri, 1972

.. e sopratutto di non sapere dove si ruota, in un universo che non sembra avere inizio. Un'apparizione che evolve, senza fine. Contenuto in sé stesso, senza punti cardinali esterni, assoluti, a cui aggrapparsi.

Benvenuta, relazione!